asia
14 Settembre 2009

Intervista a Massimo Cacciari alle Vacances della Filosofia



Intervista a Massimo CacciariDa dove nasce l'indagine filosofica? Perché studiare Filosofia oggi? Il destino dell'uomo passa attraverso l'occidentalizzazione del pianeta? Questi e altri importanti temi sono stati al centro del dialogo con Massimo Cacciari, docente alle Vacances della Filosofia dello scorso giugno.

Buona visione

E' disponibile il videocorso Sul concetto di relazione: ritrovare la prossimità nella distanza di Massimo Cacciari. Prenota


Commenti:


 il sogno della diversità  Utente
fafafa
05 Novembre 2009 - 23:15
L'ultima parte dell'intervista afferma che pur nell'alveo di una occidentalizzazioe globale si mantengono le diversità delle singole tradizioni culturali. C'è infatti una globalizzazione alla cinese, una alla indiana e così via. E' vero, ma a me pare che tali diversità riguardino solo la genesi dell' unica forma in cui poi quelle quelle culture si ritrovano. Si tratta quindi di una diversità effimera. Penso che sia una utopia , un fantasma culturale. Il destino che ci abita è l'unicità di una variante antropologica dell'homo sapiens sapiens, cioè luomo biotecnologico. Con buona pace della diversità.

 x utente severino  Utente
paolo
06 Ottobre 2009 - 17:45
Ti consiglio di guardare il filmato fino alla fine... potrebbe sorprenderti il prof. ;)

 Omaggio al Maestro ?  Utente
severino
02 Ottobre 2009 - 20:44
Ho riconosciuto parecchie parole di Emanuele Severino nel discorso di Cacciari, specie quando parlava del rapporto tra scienza e filosofia (epistheme e tecné). Quando è iniziata la parte politica ho interrotto il video. Molto bello l'attacco sulla meraviglia e su ciò che potrebbe essere stato realmente inteso dai Greci antichi.

 Tempi moderni - 2  Utente
Farenheit451
15 Settembre 2009 - 23:00
… Non è la conoscenza che li attrae, non il senso del bello e del giusto, non la ricerca del senso delle cose, ma l’appagamento immediato delle loro pulsioni e la rimozione di ogni possibile fonte di angoscia. Nuovi Attila girano indisturbati per le nostre strade, frequentano gli studi televisivi, ci ammorbano con le loro stupidaggini e le loro banalità, emettono le loro sentenze su ogni cosa dopo studi approfonditi su qualche bigino. Profeti di “conclusioni sintetiche a priori” scelgono la verità a tavolino e la falsificano proponendo saccenti stronzate frutto dei loro intestini. Quanto ancora dovremo aspettare per festeggiare il ritorno al tempo della ricerca autentica ?

 Tempi moderni - 1  Utente
Farenheit451
15 Settembre 2009 - 22:59
Siamo proprio sicuri che sia stata la cultura classica ad aver vinto nel mondo moderno o sia stata piuttosto quella dei barbari, dei Goti, degli Unni, dei Longobardi. Che ne è stato della fiducia nella Ragione, orfana di un padre mai conosciuto, offesa e oltraggiata in ogni momento della nostra storia passata? I secoli bui, i secoli non scritti dell’Alto Medioevo emettono ancora il loro fetore che ammorba la nostra convivenza civile. Allora, mi pare, si è veramente formato il nocciolo duro delle convinzioni diffuse, delle opinioni scontate e dei valori condivisi. Girate per le Scuole, ascoltate i discorsi dei ragazzi e vi accorgerete che nulla di razionale, e spesso neanche di ragionevole vi è nel sentire di molti di loro…

 Pensare in Sud America  Utente
ricardojoerke
27 Dicembre 2011 - 18:34
Problematizzare... Mentre camminavo oggi sotto il sole caldissimo dei tropici, pensavo al discorso di Massimo Cacciari. Venezia e Brasile, luoghi lontanissimi, ma chi direbbe che qui in Brasile uno si meraviglia con le parole del professore, come ugualmente con i discorsi di tanti altri maestri che sono qui intervistati... È certo che cammino a stento sulla strada della filosofia, ma è lo sforzo che conta. Nei miei dintorni qui a Mato Grosso do Sul, c`e quasi soltanto la doxa, la chiacchiera, come dice il professore. A me piace farmi autodidatta, con tutta la umiltà possibile, per meravigliarmi con la filosofia, desiderando sempre di più ritornare in Italia...


Lascia un commento:


Se desideri lasciare il tuo commento devi essere registrato ed effettuare il login inserendo Utente e Password negli appositi campi in alto nella pagina.
Se non sei ancora registrato clicca qui per registrarti.
Facebook Twitter Youtube
Newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati personeli

Videocorsi scaricabili
Dona ora
Iscriviti ad Asia
Articoli
Eventi