asia
08 Luglio 2008

Esportiamo la nostra linfa vitale - gratis

Argomento: Attualità

Riportiamo uno stralcio di un articolo del Messaggero sul problema della "fuga di cervelli", un fenomeno impressionante: ogni anno 30.000 persone laureate e volenterose vanno a lavorare all'estero.

Una testimonianza tratta dall'articolo: «Sono emigrato in Olanda più di dieci anni fa, laurea in legge, esperienze lavorative a Roma, nel campo informatico. Precarietà e incertezze erano pane quotidiano. Mi sono trasferito e qui, dopo tre mesi, avevo un lavoro decente, prima alla Shell, poi presso una società edilizia, poi presso una organizzazione internazionale, sempre nell'informatica. Tre anni fa mi sono spostato in Inghilterra dove ho trovato un nuovo lavoro, che svolgo con grande soddisfazione. Senza amici, senza raccomandazioni, senza essere un genio, mi sono sistemato». «All'estero la parola magica è una sola, meritocrazia - osserva George, anche lui in Olanda - In Italia clientelismo e nepotismo sono diffusi a tutti i livelli, essere bravi è sostanzialmente inutile».

Bisognerebbe chiedersi le causa di tutto questo, ma innanzitutto, cos'è la meritocrazia? Premiare chi vale all'interno di un gruppo di lavoro, evitare che gli amici degli amici vincano le cattedre universitarie, evitare le raccomandazioni? No. Raccomandare una persona non è un peccato capitale, tant'è vero che in America la metà circa dei nuovi assunti nelle società entrano grazie ad una "Recommendation". Occorre permettere ai migliori di poter accedere nei posti migliori, occorre responsabilizzare i giovani e evitare la stagnazione delle intelligenze.

Un'interessante novità editoriale affronta la meritocrazia in Italia e si chiama "Meritocrazia. Quattro proposte concrete per valorizzare il talento e rendere il nostro paese più ricco e più giusto". L'autore? Roger Abravanel, che non è uno straniero ma un italianissimo ex manager di azienda che si è dedicato a capire le cause e i rimedi per la piaa di assenza di meritocrazia in Italia, con conseguente fuga di cervelli.

di Paolo Ferrante
Redazione Asia.it

Per approfondire:
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=27307&sez=HOME_SCUOLA


Commenti:


Non ci sono commenti


Lascia un commento:


Se desideri lasciare il tuo commento devi essere registrato ed effettuare il login inserendo Utente e Password negli appositi campi in alto nella pagina.
Se non sei ancora registrato clicca qui per registrarti.
Facebook Twitter Youtube
Newsletter




Acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Videocorsi scaricabili
Dona ora
Iscriviti ad Asia
Articoli
Eventi