Vacances de l'esprit

Vacances de l'Esprit 2007

Etica e mistica in Ludwig Wittgenstein
con Luigi Perissinotto


Lo hanno definito il più influente filosofo del ‘900. Una personalità enigmatica e travolgente, un pensatore rigoroso, un animo tormentato e geniale. Ludwig Wittgenstein continua ad affascinare per il rapporto strettissimo tra percorso filosofico ed esperienza di vita, tra logica e tensione etica.
Un grande specialista del suo pensiero introduce per tre giorni, immersi nella natura in riva al mare di Toscana, alla sua vita e al suo pensiero. Insieme a Luigi Perissinotto ci chiederemo che cosa intende Wittgenstein quando parla di “etica” e “sentimento mistico”.
Sarà proposta una guida chiara ed accessibile ai Quaderni 1914-16 e al suo lavoro principale,
il Tractatus logico-philosophicus – un apparente ghiacciaio di logica che nasconde impressionanti gemme sul senso della vita, sull’estetica e sull’etica – così come la fondamentale Conferenza sull’etica di Cambridge del 1929.
Per chiunque si senta respinto dalla complessità del suo pensiero, ma attratto dalle intuizioni che ha aperto sulla vita e il suo significato, una via privilegiata per interrogare il filosofo che è stato così determinante per la nostra cultura.

Programma
1. Sfondi e presupposti della filosofia di Wittgenstein. Il contesto culturale, filosofico e biografico della formazione del pensiero di Wittgenstein. Con una domanda generale sullo sfondo: quale rapporto vi è tra vita e filosofia?

2. L'etica nel "Tractatus logico-philosphicus" e nei testi che lo
precedono e preparano (in particolare i "Quaderni 1914-1916"). Due domande in particolare guideranno questa lezione: 1. secondo quale senso l'etica ha a che fare con il problema del senso della vita? 2. che legame vi è tra etica e estetica?

3. Sulla base del "Tractatus" ha ancora senso la domanda che B. Williams considera la domanda etica fondamentale: "Come dobbiamo vivere?"? In questa lezione l'orientamento di Wittgenstein verrà messo a confronto con alcuni atteggiamenti etici "alternativi".

4. Che cosa intende Wittgenstein quando parla di "misticismo" e "sentimento mistico"? Come usa queste espressioni? Quali sono i suoi eventuali antecedenti? Che rapporto ha il tema del mistico con quello dell'etica?

5. La "Conferenza sull'etica": che cosa vuol dire che in etica si può solo parlare in prima persona? La distinzione tra valore assoluto e valore relativo: presuuposti e conseguenze. Il rapporto tra etica e religione.

6. L'etica dopo il "Tractatus": la critica al dogmatismo filosofico. Alcune prese di posizione esplicite di Wittgenstein su temi etici.

Luigi Perissinotto è professore ordinario di Filosofia del Linguaggio presso l'Università Ca' Foscari di Venezia. Nella stessa Università coordina il Master universitario di II livello in Consulenza filosofica.
Presso l'editore Mimesis di Milano dirige la collana di studi filosofici "La scala e l'album". E' autore di alcuni volumi e di diversi saggi. Sui temi oggetto delle lezioni di particolare interesse: "Wittgenstein. Una guida", Feltrinelli, Milano 2004 (IV ristampa) e "Le vie dell'interpretazione nella filosofia contemporanea", Laterza, Roma-Bari 2002.



Il luogo:
Riva degli Etruschi
San Vincenzo (Li)

In una oasi di verde, immersa nella macchia mediterranea tra i pini ed i lecci, i prati ed i giardini fioriti interrotti solo dai vialetti che ci conducono, in una rilassante passeggiata, fino alla spiaggia di sabbia finissima ed al mare azzurro.

Facebook Twitter Youtube
Newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati personeli

Videocorsi scaricabili
Dona ora
Iscriviti ad Asia
Brochure
Clicca qui e compila il modulo con i tuoi dati per ricevere gratuitamente la nostra brochure.
Notizie