asia

L'idea

Tetsugaku-ji

 

 


Il colore di ogni epoca è quello dei suoi giovani: il progetto culturale di ASIA propone di muovere da quei colori, quali che siano. Un progetto culturale privo di questo coraggio sarebbe destinato a proporre solo ciò che è già successo. Se è opinione condivisa che sapere autentico non si limiti a sterile nozione, quasi inesplorato è il profondo legame fra ciò che l’uomo sente e il suo conoscere, fra il sapore dell’ignoto e l’apprendimento; l’attività di ASIA, fertile laboratorio di pensiero, ricco di una pluriennale esperienza, è incentrata sull’indagine attenta del sentire, e sulla traduzione del suo significato in termini culturali ed interculturali. L’Oasi del Silenzio è rivolta ai giovani e a tutti coloro che sentono sulla propria pelle il desiderio e il bisogno di frequentare una dimensione in cui rifioriscano le nostre domande più
profonde: spazi e tempi da cui possa scaturire un rinnovato rapporto con se stessi e con l’ambiente; un luogo di ritiro protetto dalla natura e al contempo suo rispettoso custode.

Un’Oasi nella quale il silenzio necessario alla ricerca interiore prepari momenti di scambio e di arricchimento culturale: per una cultura che non privilegi la risposta, ma sappia invece porsi una domanda radicale su se stessa. Il progetto è promosso dal Gruppo Giovani di ASIA, composto da studenti e neolaureati, che accoglie praticanti delle varie discipline proposte dall’Associazione e che ha già realizzato importanti iniziative in ambito educativo.

Numerosi e ormai consolidati sono inoltre i rapporti che l’Associazione ha instaurato con molti protagonisti della cultura internazionale in un programma di confronto che sempre più assume connotazioni internazionali e interculturali. ASIA vedrebbe gli Appennini, raccolti tra Europa e Mediterraneo a guardia della via che ancora li unisce, come testimoni del dialogo tra culture, indagato e praticato nell’Oasi del Silenzio.

Ecologia di seconda generazione
Il rapporto con l’ambiente rispecchia il rapporto dell’uomo con se stesso. La nostra idea é che alla riscoperta della dimensione interiore possa scaturire una nuova sensibilità verso la natura. Questa sensibilità non potrà che rivelarsi in azioni concrete e consapevoli che avranno effetti positivi sull’ambiente.
Crediamo opportuno promuovere un’educazione ad una ecologia di seconda generazione, attenta non solo al giusto uso delle risorse e al loro riciclo, ma anche al recupero di un rapporto interiorizzato con gli aspetti primordiali dell’esperienza “naturale”: spazio, buio, vento, pioggia, sole, silenzio, tempo… Il confronto con queste dimensioni (ormai del tutto perdute nella realtà urbana) può contribuire in modo determinante a dare una base più consapevole e solida allo sviluppo culturale e sociale della comunità.
Frequentare questa dimensione é urgente soprattutto oggi dove é sempre più difficile vivere esperienze come il silenzio, il buio e il tempo dilatato. Sempre ci accompagna il rumore di qualche motore o il ronzio di un congegno elettrico ed é cosa rara trovare un paesaggio privo di inquinamento luminoso. Da ciò deriva una sensibilità distorta di cui è esempio la sempre più diffusa incapacità di parlare senza alzare la voce e di vivere il tempo nell’ascolto dell’altro. Il progetto è promosso dal Gruppo Giovani di Asia, composto da studenti e neolaureati, che accoglie praticanti delle varie discipline proposte dall’Associazione e che ha già realizzato importanti iniziative in ambito educativo.

Crocevia del pensiero
L’Oasi del Silenzio è un progetto culturale di respiro internazionale con significative ricadute locali che vuole porsi come un luogo di eccellenza nel dialogo tra le diverse culture.
Grazie alle caratteristiche del luogo scelto e alla ricca attività culturale dell’Associazione, tale progetto può inserirsi perfettamente nel disegno geopolitico della Regione Emilia-Romagna che vede gli Appennini Bolognesi come naturale linea di congiunzione tra le atmosfere europea e mediterranea.

L’Oasi del Silenzio vuole contribuire alla riqualificazione del territorio tra Monzuno e i Comuni limitrofi proponendo un modello di sviluppo integrato nel territorio. Lo scopo é di favorire l’economia locale grazie al considerevole afflusso di partecipanti alle iniziative proposte e di coinvolgere la gioventù dei comuni vicini.


Facebook Twitter Youtube
Newsletter




Acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Videocorsi scaricabili
Dona ora
Iscriviti ad Asia
Articoli
Eventi