asia
12 Giugno 2015

Caso "Quaderni neri": per Von Herrmann è tutta una montatura

Mentre la polemica sui Quaderni neri heideggeriani continua a infuriare, Friedrich-Wilhelm Von Herrmann (ex assistente privato del filosofo tedesco, nonché coordinatore dell'edizione completa delle sue opere su precisa indicazione di Heidegger stesso) esprime il proprio parere a riguardo: secondo lo studioso, l'operazione editoriale sarebbe in realtà una campagna diffamatoria senza alcuna base filosofica o filologica, condotta ad hoc dal curatore Peter Trawny. Secondo Von Herrmann, le righe estrapolate dai quaderni di Heidegger riguardo l'Ebraismo "non appartengono al pensiero puro, sistematicamente ordinato di Heidegger": esse sarebbero presentati da Trawny in modo tale da costituire una lucrosa occasione per l'editore, resa tale proprio da una certa disonestà intellettuale del curatore.

Di più. Von Herrmann accusa Trawny anche di aver dato alle stampe testi di cui, secondo le indicazioni di Von Herrmann stesso, egli avrebbe dovuto soltanto seguire la pubblicazione. Trawny avrebbe quindi commesso un illecito contro l'opera di Martin Heidegger.

QUI è possibile scaricare la notizia in Italiano, riportata da Libero

QUI è possibile leggere l'originale scritto in Tedesco diffuso da Von Herrmann e pubblicato Meta - Research in Hermeneutics, Phenomenology and Practical Philosophy


Commenti:


Non ci sono commenti


Lascia un commento:


Se desideri lasciare il tuo commento devi essere registrato ed effettuare il login inserendo Utente e Password negli appositi campi in alto nella pagina.
Se non sei ancora registrato clicca qui per registrarti.
Facebook Twitter Youtube
Newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati personeli

Videocorsi scaricabili
Dona ora
Iscriviti ad Asia
Articoli
Eventi