asia
04 Aprile 2013

Introduzione alla meditazione

Sabato  6 aprile, dalle ore 20.00 alle ore 22.30, Franco Bertossa condurrà un incontro di 'Introduzione alla meditazione' (gratuito) presso la sede di ASIA, via Riva di Reno, 124, Bologna.

Per partecipare ricordiamo di indossare abiti larghi e comodi, di entrare nella sala della meditazione senza scarpe e di restare cortesemente fino alla fine dell'incontro.

Preghiamo gli interessati di consultare la pagina di ASIA su Facebook dove l'eventuale spostamento dell'incontro verrà segnalato tempestivamente.

Chi fosse interessato è pregato di comunicarlo alla segreteria di ASIA, 051 225588, orario 10 - 20 da lunedì a venerdì, lasciando un recapito telefonico, oppure di inviare una mail ad ASIA - segreteria@asia.it - così da potervi essere avvertito in caso di contrattempi.

Il sapere in quanto "vedere" ha due accezioni: coscienziale ed esistenziale.
Il vedere coscienziale presuppone un termine ultimo entificato: il soggetto, la coscienza, l'io, l'intelletto, l'anima, lo spirito... capace di stabilire una relazione conoscitiva con un contenuto fenomenico-oggettivo.
Il "vedere" esistenziale mostra l'  e s s e r e  di ogni ente, eventuale soggetto incluso.

Questa distinzione è essenziale per la comprensione del buddhismo.
All'occidente tale possibilità è stata schiusa da Martin Heidegger in "Che cos'è metafisica?" con l'intuizione capitale di Differenza ontologica (differenza totale tra niente ed ente, ossia essere).

Ciò che non è stato recepito con chiarezza è che la comprensione di questo non è solo concettuale, ma uno "Sprung", un "salto", come dice Heidegger, ossia un'esperienza di improvviso svelamento del significato di 
e s s e r e  , evento che lo zen chiama Satori.

Il sapere che vi si risveglia è detto Prajna.

Un esempio di illuminazione che amo è quello relativo a Dogen (1200 - 1253), patriarca del lignaggio Soto Zen in Giappone.
Dogen patì la morte della madre all'età di sette anni e di fronte alla pira funebre avvertì il tragico senso dall'impermanenza di ogni cosa. Divenne monaco, ma, insoddisfatto dagli insegnamenti allora disponibili in Giappone, a ventitré anni intraprese l'allora arduo e rischioso viaggio verso la Cina, per i giapponesi luogo di riferimento di ogni varietà del Buddhismo: zen, devozionale (Amidismo), esoterico (Shingon), ecc.
Fece differenti esperienze e, infine, praticando col Maestro Rujing, nel monastero del monte Tiantóng, ebbe il Satori.

Accadde così: durante una prolungata sessione di meditazione, il monaco che sedeva al fianco di Dogen cedeva ripetutamente al sonno (esperienza che conosce bene chi ha seguito lunghe sedute di zazen in orari impossibili...).
Il Maestro Rujing ad un certo punto balzò in piedi e prese a percuotere il monaco con una ciabatta gridando: "Quando noi meditiamo lasciamo cadere mente e corpo! Perché dormi?".
A queste parole, gridate con grande intensità, con "amorevole violenza" zen, la mente di Dogen, già in uno stato estremamente sensibile e risonante per via della meditazione in corso, realizzò la verità.
Infatti il Maestro confermò il risveglio. 

Che significa "sapere"?

L'occidentale si fissa sulla più "democratica" concettualità, l'orientale sa che il più profondo sapere sfonda la concettualità e si dà solo talvolta, solo a taluni.

Ciò può irritarci o, al contrario, invogliarci a scoprire se siamo tra quei benedetti; e se non ora, non si sa mai in futuro… 

"Forma è vuoto, vuoto è forma" (Sutra del Cuore).




Franco Bertossa


Clicca QUI per visualizzare l'elenco delle puntate di La meditazione, alle origini del domandare

Per essere sempre aggiornato sui nuovi articoli e le nostre iniziative, iscriviti alla newsletter!


Commenti:


Non ci sono commenti


Lascia un commento:


Se desideri lasciare il tuo commento devi essere registrato ed effettuare il login inserendo Utente e Password negli appositi campi in alto nella pagina.
Se non sei ancora registrato clicca qui per registrarti.
Facebook Twitter Youtube
Newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati personeli

Videocorsi scaricabili
Dona ora
Iscriviti ad Asia
Articoli
Eventi