asia
04 Maggio 2012

Il sito di Avaaz è sotto attacco

Appello per donare per il fondo per la difesa di Avaaz

Argomento: Attualità, Società

Avaaz.org è la comunità che si crea intorno a una campagna che porta la politica dei cittadini nel processo decisionale in tutto il mondo. Significa "voce” in tante lingue europee, mediorientali e asiatiche, è stata lanciata nel 2007 con una semplice missione democratica: organizzare i cittadini di tutte le nazioni per avvicinare il mondo che abbiamo al mondo che la maggior parte delle persone ovunque vorrebbero.
Avaaz dà la possibilità a milioni di persone che vengono da diverse strade di vita a impegnarsi su questioni urgenti di natura internazionale, dalla povertà nel mondo alle crisi in Medio Oriente al cambiamento climatico. Il suo modello di organizzazione su internet permette a migliaia di sforzi individuali, anche se piccoli, di combinarsi rapidamente in una potente forza collettiva, firmando petizioni, finanziando campagne pubblicitarie, inviando e-mail e appellandosi a capi di governo, organizzando proteste su strada e altri eventi in ben 15 lingue, per assicurare che il punto di vista e i valori dei cittadini in tutto il mondo siano presi in considerazioni nelle decisioni che riguardano tutti noi.

In queste ore il sito di Avaaz è sotto attacco: un assalto di questa portata molto probabilmente proviene o da un governo o da una multinazionale, con attacchi simultanei e sofisticati da tutto il mondo per buttare giù il sito. C’era da aspettarselo: Avaaz non ha mai guardato in faccia nessuno, sfidando senza paura i peggiori attori sulla scena mondiale mettendoli in seria difficoltà: dal regime siriano a quello cinese, passando per Rupert Murdoch, le multinazionali del petrolio e il crimine organizzato. La dittatura siriana ha definito un attivista Avaaz "l'uomo più pericoloso del pianeta" e una recente inchiesta ha svelato email fra l'impero mediatico di Murdoch e alti funzionari del governo britannico che dicevano che la campagna di Avaaz contro Murdoch era la loro preoccupazione più grande. Bisogna dimostrare a questi prepotenti che quando attaccano Avaaz si scontrano con tante persone che non possono essere né intimidite né messe sotto silenzio, perché non potranno che rafforzarsi. Clicca sotto per donare per il fondo per la difesa di Avaaz per rafforzarne la sicurezza, e dimostrare così a quelli che ci attaccano che qualunque cosa proveranno a fare non faranno altro che rafforzarci.

Clicca qui per aiutare Avaaz

COS’E’ Avaaz?

In passato gruppi internazionali di cittadini e movimenti sociali dovevano costruire ogni volta un'alleanza su ogni questione, anno dopo anno e paese dopo paese, per raggiungere un livello tale da poter fare la differenza. Oggi grazie alle nuove tecnologie e a un'etica crescente di interdipendenza globale, quella costrizione non esiste più. Mentre gli altri movimenti globali della società civile sono composti da reti su questioni specifiche di capitoli nazionali, ognuno con il suo staff, budget, e processo decisionale proprio, Avaaz ha un solo team globale con il mandato di lavorare su qualunque argomento concernente la sfera pubblica, dando così vita a campagne a risposta immediata, flessibili, dritte al punto e di grande impatto. La comunità on-line di Avaaz può agire come un megafono per attirare l'attenzione su nuove questioni; un faro che può illuminare l'indignazione generale sparsa qua e là in una campagna precisa; un camion dei vigili del fuoco pronti a dare una risposta efficace a un'emergenza venuta fuori all'improvviso; una cellula staminale per fare pressione che cresce in qualunque forma è migliore per rispondere al bisogno urgente. Ogni anno Avaaz fissa le priorità generali grazie ai sondaggi ai membri e le idee sulle campagne sono indagate e testate settimanalmente su test fatti 10.000 membri presi a caso: soltanto le iniziative che trovano una forte risposta vengono intraprese. Le campagne che poi raggiungono tutti i suoi membri sono poi caricate da centinaia di migliaia di membri di Avaaz che si mobilitano nel giro di pochi giorni o talvolta poche ore. Per valorizzare quel momento di attenzione, è il dovere dello staff trovare il modo migliore in cui un paio di minuti, moltiplicati per un grande numero di persone, possa fare una differenza genuina su qualcosa di importante. Il lavoro dello staff insieme ai partner e agli esperti per sviluppare le strategie delle campagne che siano efficaci e rivolte ai membri; riassumerle e renderle chiare e coinvolgenti attraverso il solo testo dell'e-mail; e se i membri di Avaaz decidono di proseguire, il team garantisce che la campagna sarà portata avanti: consegnando le petizioni e i messaggi dei membri, ideando le campagne pubblicitarie finanziate dai membri o qualunque altra cosa ci sia da fare. In altre parole, non è lo staff di Avaaz a decidere l'agenda, né prova a convincere i membri su ciò che c'è da fare. E' anzi l'opposto: lo staff ascolta i membri che suggeriscono le azioni che si possono intraprendere per incidere nel mondo. Non è un caso, quindi, che le migliori campagne che hanno ottenuto più successo fossero proprio suggerite dai membri di Avaaz stessi. E la leadership è una parte critica del servizio ai membri: ci vuole la visione e la competenza di trovare e comunicare un modo per costruire un mondo migliore. Nella vita di un problema o di una causa, sorge talvolta un momento in cui va presa una decisione, e improvvisamente un appello pubblico può fare la differenza. Arrivare a quel momento può comportare anche anni di lavoro faticante, spesso dietro le scene, grazie a persone dedite solo a quello. Ma quando quel momento arriva, e l'attenzione pubblica inonda il campo, la maggior parte delle decisioni cruciali va da una parte all'altra a seconda di come i leader percepiscono le conseguenze politiche di ogni opzione. E' in queste brevi finestre di incredibile crisi e opportunità che la comunità di Avaaz spesso fa la differenza. In qualunque paese o su qualunque questione, quei momenti potrebbero arrivare anche solo una o due volte l'anno. Ma perché Avaaz può lavorare in tutti i paesi e su tutti gli argomenti, questi momenti possono sorgere più volte in una settimana. 

Proprio perché Avaaz è interamente finanziata dai membri, la responsabilità democratica fa parte del suo DNA. Nessun importante gruppo economico e nessun governo può insistere perché Avaaz sposti le sue priorità per fare comodo a un'agenda esterna: semplicemente non accettiamo finanziamenti da governi o aziende.

Alla base delle campagne di Avaaz c'è una serie di valori: la convinzione che per prima cosa siamo tutti esseri umani, onorati di avere delle responsabilità l'uno nei confronti dell'altro, nei confronti delle generazioni future e del pianeta. Le campagne su cui lavora sono espressioni particolari di quelle responsabilità. E così, con il passare del tempo, Avaaz trova sempre la stessa cosa: che le persone che aderiscono a una comunità attraverso una campagna su una singola questione, si mobiliteranno successivamente su una questione di tutt'altro genere, e poi un'altra ancora. Questo è fonte di grande speranza: che i nostri sogni possano essere racchiusi nella stessa poesia e che, insieme, possiamo costruire il ponte fra il mondo che abbiamo e il mondo che tutti noi vorremmo.

Clicca qui per aiutare Avaaz


Commenti:


Non ci sono commenti


Lascia un commento:


Se desideri lasciare il tuo commento devi essere registrato ed effettuare il login inserendo Utente e Password negli appositi campi in alto nella pagina.
Se non sei ancora registrato clicca qui per registrarti.
Facebook Twitter Youtube
Newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati personeli

Videocorsi scaricabili
Dona ora
Iscriviti ad Asia
Articoli
Eventi