asia
22 Novembre 2010

Pakistan: aiutiamo Asia Bibi condannata a morte per blasfemia

Argomento: Attualità

Si può essere condannati a morte per blasfemia? Sì. Succede in Pakistan, dove Asia Bibi, una lavoratrice agricola madre di cinque bambini, nel giugno 2009 ha avuto un diverbio con alcune colleghe: "alla donna [...] è stato chiesto di portare dell'acqua alle sue colleghe. Ma un gruppo di loro, musulmane, ha obiettato dicendo che Asia, essendo non musulmana, avrebbe reso impuro il recipiente e per questo non doveva toccare l'acqua. Alcune delle donne musulmane hanno cercato di convincere Asia a rinunciare al Cristianesimo e a convertirsi all'Islam. Durante la discussione, Bibi ha risposto parlando di come Gesù sia morto sulla croce per i peccati dell'umanità, e ha chiesto alle altre donne che cosa avesse fatto Maometto per loro".
Questo il fatto su cui si fonda l'accusa di blasfemia. Asia è quindi in prigione, e il 7 novembre scorso è stata condannata alla pena capitale. Sulla base dei principi (troppo spesso e talvolta a torto) oculatamente sbandierati allo scopo di evidenziare la differenza fra mondo occidentale e mondo islamico, riteniamo sia doveroso per chiunque stia leggendo queste righe cliccare sul link che riportiamo di seguito e firmare la petizione promossa da Aavaz per sventare questa ennesima uccisione, che sta raccogliendo aspre critiche anche dallo stesso ambito islamico.

per firmare la petizione:

 

 

A cura di Linda Altomonte
redazione asia.it




Commenti:


Non ci sono commenti


Lascia un commento:


Se desideri lasciare il tuo commento devi essere registrato ed effettuare il login inserendo Utente e Password negli appositi campi in alto nella pagina.
Se non sei ancora registrato clicca qui per registrarti.
Facebook Twitter Youtube
Newsletter




Acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Videocorsi scaricabili
Dona ora
Iscriviti ad Asia
Articoli
Eventi